Maya Fox la Predestinata

Salve people!!

Oggi affrontiamo un argomento nuovo e spinoso. Vi ricordate quando vi ho parlato di Maya Fox? Dunque, un paio di mesi fa ho deciso di leggere (ovviamente in biblioteca) questo libro, Maya Fox la Predestinata. Mentre aspettavo che mi arrivasse da un’altra biblioteca mi sono informata su ibs (non che influenzi la mia scelta di leggerlo o no…), ma l’unico commento era piuttosto negativo. Questo mi ha incuriosita ancora di più. Pensavo che si trattasse semplicemente dell’esagerazione di una mamma apprensiva, invece…

Invece ho letto il libro, e ci sono rimasta malissimo.

Posso fare una premessa? Leggo tanti libri che non mi piacciono, e non ne faccio un dramma. Qui invece si tratta di un libro obiettivamente discutibile, soprattutto per il target al quale è riferito. Su ibs è registrato come “dai 13 anni”, anche se gli autori (Iginio Straffi e Silvia Brena) sostengono di averlo concepito per un pubblico da 14 anni in su. Beh, dunque, non mi va di ripetere tutte le cose che ho scritto nel mio precedente post, quindi passate QUI.

In questo post mi limiterò ad elencare le cose che ho trovato nel libro e che disapprovo.

Dunque…la prima cosa che mi ha colpito è l’apparente incoerenza della protagonista, Maya. Nel libro vengono presentati i suoi rapporti con alcuni personaggi, la madre, Flo (migliore amica), Phoebe (nemica improvvisamente redenta) e Trent (misterioso e tenebroso eroe).

Quello con la madre è un rapporto stereotipato e freddo, conflittuale, dove la madre (sempre assente) viene vista come un’incompetente rompiscatole, e perfino i suoi sforzi vengono brutalmente mortificati.

Flo ha una personalità molto marcata, è vegetariana, espansiva, “secchiona”…e Maya alterna fasi di “saremo-amiche-per-sempre” a fasi di “che-rompiballe-che-sei-quanto-ti-odio”, e nelle prime pagine del libro dice chiaramente ” ‘fanculo tutti quelli che dicono di esserti tanto amici”. Questo non mi è piaciuto, dato che Flo ha anche idee molto chiare riguardo ad altri temi importanti.

Phoebe, infatti, è incinta. Non conosce la vera identità del padre, ha solo un vago sospetto a proposito di un compagno di classe, dato che è nota per essere una ragazza facile. Ha da poco abbandonato il gruppo di “mean girls” della scuola per passare nel gruppetto di Maya, ma è fanatica della moda e della magrezza a tutti i costi.

Trent è…”strano”. Su di lui si fanno pochissimi cenni, si dice che ha gli occhi di colore diverso come la madre sensitiva, che ama la poesia, che veste sempre di nero, che è esile, che ha spalle larghe (?!?), che si taglia e che, forse, fa parte di una setta. Maya ha molta paura di lui, ma prova anche un’attrazione del tutto ingiustificata nei suoi confronti. Il ragazzo, dal canto suo, non maschera affatto il desiderio fisico che prova per la protagonista.

La trama coinvolge anche un certo Gacy, sequestratore e assassino di sei ragazze tra i 14 e i 17 anni, la cui prossima preda potrebbe essere proprio Maya. Il suddetto assassino infarcisce di volgarità gratuite ogni sua frase, volgarità che sono abbondanti anche nelle parole di Maya & co.

L’intero libro straripa di ossessione per la moda, dalla protagonista (che non ha mai nulla da mettersi nonostante il suo guardaroba sia pieno di abiti che le stessa dice di adorare…) alle compagne modaiole la cui unica preoccupazione è essere sempre vestite all’ultima moda.

Fin qui si potrebbe anche soprassedere.Ciò che invece mi ha davvero stizzito sono alcuni temi, molto più profondi e “scottanti”, affrontati con superficialità e leggerezza.

Il primo è l’amore: due discorsi separati su Flo e Maya.

La prima è impegnata da tre anni con John (considerato bravo ragazzo e amico di mezza scuola, con erba e droghe sempre in mente). I due litigano e si scambiano continuamente insulti, e il suddetto John “voglio-che-tu-sia-la-prima-con-cui-lo-faccio” le ha mentito per tre anni sulla sua presunta verginità (dopo tre anni c’è, secondo la mia esperienza, un rapporto ben diverso da quello che questi due “mettono in scena”) .

Maya dal canto suo non ha ancora trovato quello giusto, “le piace variare”, e si lamenta che i ragazzi le si allontanino se lei si mostra innamorata. E’ in cerca di qualcuno di speciale per una storia seria, ma davanti ai suoi amici Flo e John commenta “tre anni? Con lo stesso ragazzo? Che perdita di tempo…”

Il secondo tema è il sesso. Maya e Flo sono vergini, ma Phoebe è “stata con mezza scuola” e tutti lo considerano normale. Il libro inoltre è disseminato di riferimenti al desiderio non molto velato che Trent prova verso la protagonista, che culmina in una scena di sesso appena dopo che Maya sfugge per un pelo alla furia omicida di Gacy (nonostante lei stessa ammettesse di aver paura di Trent). Nel libro, inoltre, sono descritti video osé, giochi piccanti e scene di petting.

Il terzo tema è la morte, concentrato in due momenti: il primo è quando un amico di Trent viene ucciso dopo un regolamento di conti tra bande (e nessuno mostra il minimo shock), e il secondo è quando Gacy, in una lettera alla madre detective di Maya, descrive minuziosamente il modo in cui ha ucciso le sue vittime e le conserva tuttora sotto azoto liquido.

Il quarto è la gravidanza di Phoebe. Al di là del discorso sulla prevenzione, la ragazza e le sue amiche affrontano con superficialità la situazione: “non vorrai rovinarti la vita?”, “hai tempo per decidere”, “poi ingrasso e nessuno mi vuole”… Flo, l’unica decisamente antiabortista, tace per paura delle reazioni delle amiche. Le protagoniste si soffermano sul problema non più di due paginette, troppo impegnate a decidere dove passare Halloween.

Dal punto di vista tecnico il libro si piazza a livello Moccia, pura trascrizione colloquiale con alcuni picchi di genialità: selvaggio infodump (infarcitura di dettagli al solo scopo di farli conoscere al lettore) che stride con il ritmo di dialoghi e scene, elenchi di frasi sconnesse nei momenti in cui i protagonisti sono in chat e comparsa di strane espressioni di questo genere:

– ?????

– ….

In conclusione…mi sta benissimo che il papà delle Winx dia vita a questo. Fai pure. Solo, per favore, pensa a cosa stai dando in mano a delle quattordicenni. E non venirmi a dire che tanto le ragazzine sono già tutte esperte delle cose della vita.

Vuoi incoraggiare il fenomeno?

Questo libro (per quanto non mi sia piaciuto affatto) va benissimo per un target di 17-18 anni, vista anche l’età dei protagonisti, ma mi rifiuto di tacere di fronte ad un simile esempio, perchè di tale si tratta, per chi non ha ancora l’età di comprendere e scegliere.

 

iku

PS: il magazine merita un discorso approfondito a parte, per ora ho solo un paio di domande:

– come fa Trent (notoriamente mingherino) a ritrovarsi quel corpo da culturista del fumetto?

– perchè Maya se ne va sempre in giro mezza nuda?

Maya Fox la Predestinataultima modifica: 2009-06-03T04:00:00+02:00da ikustang
Reposta per primo quest’articolo

31 pensieri su “Maya Fox la Predestinata

  1. Non ho letto il libro, e a questo punto credo di non essermi persa niente…se non un’arrabbiatura generale che avrei provato nel leggere certe cose…
    Come si può scrivere un libro che, ne sono stupita, và in mano a delle tredicenni? Di problemi ce ne sono già fin troppi, non vedo perchè dovremmo condurle ulteriormente verso certe strade. Di questi tempi le ragazzine non leggono molto, come si può permettere che quel poco che leggono abbia una trama così? E la leggerezza di certi argomenti, l’amore, l’amicizia, la sessualità…
    Sono stupita di come sia potuto uscire nelle librerie, tenuto conto delle false moralità che ci propinano in televisione. Si, perchè fanno la morale su quanto i ragazzini siano precoci…spazio pubblicitario e si vedono solo corpi femminili mezzi nudi. Cosa pretendono?
    E se ora un libro così viene tranquillamente dato per età così inferiori, non oso immaginare cosa ci aspetta con gli anni…

  2. non so come potete dire certe cose ne o lette forse una metà anzi che dico un terzo e mi e venuto un cerzo ribrezzo contro tutto quello che dite…………. non so in che condizioni vivete voi se siete delle figlie di papà o delle poverette in mezzo alla strada ( si fa per dire!) ma io leggendo il libro mi ci sono rispecchiata dentro, certamente escludendo le parti fantasy. beh io non so cosa volete da un libro….. volete che rispeecchi il mondo tutto rose e fiori , stelle e cuoricini… guardate secondo me voi non sapete molto della vita se e cosi come e scritto nelle vostre frasi!!!!!!!!!!!!!

  3. Maya, guarda io ho 20 anni…ti assicuro che non sono una figlia di papà e non sono cresciuta in mezzo alle rose o ai fiori…ho attraversato le mie difficoltà…ma ora, seriamente…ti sembra normale che ragazze di 13 anni siano così? A me no. Per niente. E ti confesso, pensare che siano o siate (non so quanti anni hai) così mi spaventa. Sono cresciuta con dei valori, saldi, che mi porterò sempre e che trasmetterò anche ai miei figli. Valori come fare sesso non vuol dire darla al primo fighetto che capita, perchè fidati che quando sarai più grande ci penserai su…fare sesso così presto perchè? Per dirlo alle amichette? Farlo con chiunque? E la reputazione? E l’amore…è una cosa che è stupenda, và coltivata…ed è certo ben diverso, diversissimo dalla cotta. E guarda che te lo dico io che ho avuto le mie esperienze… Io a 13 anni giocavo con i pokemon, guardavo i cartoni… e scusa se mi scandalizzo a pensare che delle bambine, perchè quello per me sono a quell’età, vadano a fare certe cose o abbiano certi comportamenti…e sono stata adolescente fino a pochissimo tempo fa… So che il mondo ora purtroppo gira così, ma se nessuno si distingue dalla massa non si può pretendere che questo cambi… Hai detto che ti sei rispecchiata nel libro…sinceramente…spero tu non sia davvero così…forse non te ne rendi conto perchè sei piccolina e vuoi sembrare grande…ma guarda che il tempo passa in fretta e rimpiangerai tante cose, fidati.

  4. Il link del tuo nome mi portava da tutt’altra parte, perdono…^_-
    Sono contenta che tu abbia letto il libro e abbia le mie stesse idee. Sono ancora alle prese con alcune ragazze che non solo considerano accettabile il contenuto del libro (e su questo potrei anche chiudere un occhio, i gusti sono gusti) ma non riescono ad accettare il fatto che questi argomenti, affrontati superficialmente, possono essere molto pericolosi.
    Grazie di essere passata!

  5. io nn capisco sinceramente ok ci possono essere dei punti un pò sconnessi con il resto della storia ma devo dire ke secondo me è un buon libro a me personalmente è piaciuto molto bisogna dire ke comunque nella storia i personaggi sono dei diciassetteni nn si può pretendere ke siano tutti bravi belli e buoni e in fin dei conti iginio straffi (noto creatore delle winx ke personalmente nn mi piacciono per niente) ha trattato degli argomenti ke io nn credevo fosse in grado di trattare nn perkè nn possa ma perkè mi sembrava un pò assurdo visto il tipo di storia ke confrontato alle winx mi sembra molto più realistica escludendo ovviamente le parti fantasy. i personaggi in realtà nn sono come gli descrivete voi cioè praticamente dei pazzi ke nn fanno altro ke pensare a… forse gli ergomenti del libro come quando l’amica phoebe rimane incinta potevano essere un pò più approfonditi cmq secondo me apparte questo è un buon libro e mi dispiace ke la gente questo nn lo apprezzi condivido la tua opinione maya.

  6. Cara Carlotta,
    grazie per aver lasciato il tuo pensiero qui.
    Posso chiederti quanti anni hai?
    Quello che io volevo sottolineare, con la mia recensione, è l’inadeguatezza della trama al target al quale è riferito il libro. A me non interessa se un libro mi piace o no…se mi piace lo leggo se non mi piace no, e finisce qui. Non vado a dire alle persone alle quali piace “siete analfabeti e non avete buon gusto”, ma in questo caso è diverso. Io considero questa mossa commerciale molto scorretta, e ho espresso il mio parere.
    Io non pretendo che i personaggi siano belli, bravi e buoni, e non mi pare nemmeno di aver detto che pensano solo al sesso, solo che, obiettivamente, mi pare che non vadano oltre il pensare ai ragazzi, ai vestiti, a quanto sono stronze le loro compagne di classe e alle cose che non hanno. Non ho forse ragione? Qual’è il discorso, o anche solo il ragionamento, più profondo che fa Maya?

  7. Scusa Eug…non dovrebbero fare sesso per la REPUTAZIONE?! Non perchè non si rendono conto di quello che stanno facendo e ci vengono tirate per i capelli, non perchè ignoranti come sono rischiano di rimanere incinte e prendere malattie, ma per la reputazione. Ah.

  8. scatscat ma chi ha mai detto che non lo devono fare solo per la reputazione? Se hai letto bene io ho fatto alcuni esempi su ciò che una ragazzina potrebbe pensare, mi sono messa nei suoi panni, nel come potrebbe pensarla e perchè per alcune di loro risulta fondamentale avere certi comportamenti…

    *Valori come fare sesso non vuol dire darla al primo fighetto che capita, perchè fidati che quando sarai più grande ci penserai su…fare sesso così presto perchè? Per dirlo alle amichette? Farlo con chiunque? E la reputazione? E l’amore…è una cosa che è stupenda, và coltivata…ed è certo ben diverso, diversissimo dalla cotta.*

    Ho forse detto che non devono fare sesso solo per la reputazione? Fosse così non avrebbe senso tutto il mio discorso….Ho fatto più di un esempio sulle domande che potrebbe rivolgere a se stesse, la mentalità delle tredicenni di ora…Secondo te perchè fanno certe cose? A parer mio solo per un motivo: dirlo alle amichette,farlo con chi gli pare,sembrare più grandi delle bambine che invece sono, fregandosene se vengono considerate ragazze di un certo tipo…
    La reputazione è solo uno dei mille motivi per cui non dovrebbero…Ma ti ripeto che non ho mai fatto intendere che importa solo quello e non lo penso assolutamente….Forse non sono chiara nell’esprimermi…

  9. Dio, finalmente una recensione negativa a questo stupido libro!
    Quando l’ho letto, ormai quasi un anno fa, ho disperatamente cercato delle opinioni, ma trovavo solo cose del tipo “libro stupendo, introspettivo [??] e interessante, una rivoluzione e bla bla bla…”
    Quindi, grazie.

    L’ho trovato un libro stupido, immensamente stupido, con dei personaggi incoerenti e dotati dello spessore di un lombrico (sia in termini fisici che psicologici =_=).
    L’unico che, devo ammettere, ho trovato quasi piacevole, è Gacy. Perché è un pazzo assassino e (a parte che mi piace il genere di personaggio, ma non c’entra >.>) ha il diritto di comportarsi e scrivere da schizzato, con tutti i suoi “Megan, Megan, cazzo, Megan!”. Perché è un pazzo, e nessuno si sognerebbe mai di andare al manicomio e trovarsi una persona che parla e ragiona in modo normale. Quindi, rispetto al resto, era addirittura quasi credibile.

    Per il resto, in quanto sedicenne mi VERGOGNO del fatto che la mia generazione possa essere rappresentata da dei soggetti quali Maya, Phoebe… e pure Flo, in un certo senso, perché pur essendo quasi decente continua a rappresentare “la parte sfigata” delle ragazze, correggimi se sbaglio. Poverina, lei pensa, ogni tanto, e ciò fa male.

    Il fatto è che, comunque sia, non mi arrabbierei tanto se sapessi che è vero. Se guardassi le mie compagne di classe, di scuola, le ragazze che passano per strada, e vedessi che bene o male sono tutte mignotte, non mi infastidirebbe vedere dei personaggi del genere in un libro. Il fatto è che, al contrario dell’idea generale che sembra si sia fatta della nostra generazione, è uno schifoso pregiudizio; ci sono tantissime brave ragazze del 91-95, anzi, la maggioranza lo sono, ma abbiamo avuto la sfortuna di avere anche dei pessimi, pessimi soggetti. E, come accade sempre quando si generalizza, veniamo tirati tutti dentro e vengono scritti libri del genere, dove l’eccezione negativa diventa la norma e viene mostrata come una gran figata.

    E sorvoliamo sul fatto che tutti, T U T T I, maschi e femmine, popolari e sfigati, intelligenti e rimbecilliti (purtroppo rimbecilliti son quasi tutti, ma vabbé >_>”) scrivano costantemente in linguaggio SMS.

    Perciò, se ci fosse stato un soggetto ispiratore per gli scrittori (che sono due, perché per progettare e scrivere schifezze del genere bisogna impegnarsi e né il povero Straffi né la cara Brena-scrivo-tutto-così-a-trattini-perché-fa-figo hanno abbastanza cervello per farlo) direi che non è semplicemente una gran puttana, ma una puttana bimbaminkia. E scusate il termine, ma non credo ci sia modo migliore di dirlo.

    Se poi dovessi parlare della trama… oddio, la trama. Non avrei proprio nulla da scrivere, perché la trama semplicemente NON C’E’. Ci sono una serie di scene qua e là, l’unico spiraglio di luce sono i monologhi del killer (che almeno contribuiscono a raccontarci qualcosa che non sia “Ommioddio, non so proprio che vestito mettermi, mamma fai schifo e comunque è tutta colpa di Flo”), per il resto è tutta una grande serie di seghe mentali di Maya e compagnia.

    Vabbé, se continuo così finisce che mi censuri, quindi basta xD

  10. a me sinceramente è piaciuto molto , l’autrice in alcune parti è superficiale xk x alcuni argomenti tuttora i ragazzi sn superficiali . cm la gravidanza , una ragazza di 17 anni è ovvio ke la prende cn leggerezza . Poi il fatto del sesso , hanno 17 anni , mi sembra un’eta abbatanza ragionevole x farlo e le 14 enni nn è ke si scandalizzino , lo sanno cm funziona . L’autrice poi nn è stata x niente volgare anzi ha incentrato il tutto sui l’oro sentimenti e su qll ke provavano ,passando poi alla parte fisica (mi sembra ovvio). E riguardo le parolacce , qualsiasi adolescente le dice e se leggono un libro dove nn c’e ne scritta neanke una nn cambia niente …. cmq loro le continueranno a dire( qst vuol dire ke il libro nn li incoraggia). il punto è ke il libro rispecchia la gioventu di qst tempi ,ke dice parolacce ke fa sesso e ke alcune volte rimane anke incinta , ecco xk mi è piaciuto molto xk in un certo senso mi rivedo nei protagonisti

  11. Tipo Moccia???? Ma sei sicura di aver letto davvero questo libro??
    Secondo me ti sei fatta influenzare dal commento che avevi letto!
    Questo libro ha una cosa che molti altri libri non hanno; è reale! Anche il fatto che discutano più della festa per Halloween che della gravidanza di Phoebe, in fin dei conti sembra una cosa così strana e surreale che la si sente distante da se stessi. Che poi è il motivo per cui si parla di gossip, shopping ecc tra ragazze e non dell’estinzione dei dinosauri!!
    E poi anke se fanno sesso?? E’ normale; hanno 17 anni, non 10!!
    Senza contare che Kimberly Anne ha scritto che le fa schifo di venir rappresentata cm una generazione di mignotte ma qst libro dice la verità perchè è così, basta guardarsi attorno e si vedono due cose; le normali (Flo, Maya ecc) e le stronze (Phoebe, Stacy e Liz) ed è così, c’è poco da fare!!! Inoltre non per dire ma nn so voi ma io le vedo ttt i giorni qll che lei chiama mignotte e allora lo dico liberamente; se vedi solo le mezze prostitute che ci sono guardati bene attorno perchè ci sono qll normali, anke nel libro!! Se non ne trovi allora lo siete davvero una generazione di mignotte!!
    Secondo me siete state troppo categoriche e cm potete dire che noi non vogliamo accettare che certe cose sono pericolose, secondo me siete voi che no volete accettare che la società in cui vivete sia così!!
    Se volevate un libro che rappresenti il mondo come volete voi andate a cercarvi le favolette da bambini, non un libro come Maya Fox. Approposito; non sarà certo un libro a farci diventare delle…. avete capito… e cmq è solo uno stereotipo che i trdicenni di oggi leggono poco.

  12. Kimberly Anne 6 ASSURDA!!!! Trattini perchè fa figo???
    Ma chi ti credi di essere, miss mondo forse??
    Non ti piace la realtà?? Allora non leggere Maya Fox, che nn è per cretinette senza cervello che vogliono sapere tutto loro! I trattini nn fanno figo ma danno un tono diverso alla lettura, sono messi nei punti giusti e tu non hai nessun diritto ad insultare degli autori così bravi; vorrei vedere se tu, miss saputella sapresti scrivere un libro!! E dato i tuoi commenti, con la tua linguaccia magari un libro ce lo puoi scrivere ma in quanto fantasia? I personaggi hanno tutti una personalità definita e non per questo sono prevedibili; cambiano idea, prendono decisioni, ragionano come persone NORMALI!!!

  13. Beh, nn so quanti anni hai, ma non credo che tu sia un’adolescente. Io ho letto il primo libro di Maya poco prima che compissi 13 anni, un capitolo che parlava di sesso l’ho saltato perché mi scocciava leggerlo e mi faceva troppo schifo, per il resto, anche noi , nbella mia scuola, abbiamo una cmpagna che è andata con tutti e sembra proprio normale, io, che non sono mai andata con nessuno nel vero senso della parola, sono sfigata -.-” e sinceramene mi sta benissimo.
    Io odio i moccia, e questo è un po’ adolescenziale ma a me interessa la storia, il fatto k maya è una predestinata, ecc ecc ecc.
    Fidati, le ragazze di oggi sanno già queste cose descritte dal libro ed esso non le infulenza in alcun modo. Io almeno non sn stata infuelnzata. Le mie compagne non so dato che loro non leggono niente.

  14. Io avevo trovato questo libro in biblioteca e lo avevo chiesto in prestito perchè mi piaceva la descrizione.Tornata a casa ho aperto per sbaglio una delle ultime pagine e ho notato che c’era un fumetto(e visto che sono una grande fan di Fumetti/manga) ho letto cosa c’era scritto.Guardando i disegni mi è venuta in mente che forse il libro era un po’ diverso da quello che mi immaginavo.Così sono andata a fare ricerche in internet per vedere cosa mi aspettava leggendo il libro e ho trovato questo sito.Quel giorno(per mia fortuna )c’era Iku che mi ha detto che forse non era una buona idea leggere il libro ma ho pensato che non poteva essere tanto brutto e che un libro era sempre un libro.
    Ahime…invece lo era…rimpiango di non aver ascoltato Iku.
    il libro era proprio come aveva detto : ragazzini/e che dicono parolacce,parlano tantissimo di sesso,sono superficiali,cambiano idea ogni singolo secondo,ecc… mi pento di averlo letto.
    C’è solo una cosa che sono d’accordo con gli altri: cioè che i personaggi hanno una personalità definita,infatti conosciamo benissimo questa personalità…è la personalità di chi vuole essere accettata.Infatti io vedo questo libro come un adolescente che cerca di farsi acettare dai ragazzi belli e popolari (e per farlo ci vuole davvero pochissimo basta solo dire che i tuoi genitori sono orribili con te,basta dire parolacce ,basta uscire con alcuni ragazzi,basta indossare vestiti alla marca e basta fare ed essere come vogliono gli altri).

    E non è assolutamente adatto per le ragazzine che hanno 13 anni…e secondo me non è neanche adatto a quelle che hanno 14 e 15(come me).
    Perchè i temi di cui questo libro sono (secondo me) per persone più grandi.

    Ora vorrei dire il mio parere riguarda ai giovani di oggi ovvero i miei coetanei.
    Non tutti gli adolescenti sono come quelli descritti nel libro,una volta era solo una piccola parte ma adesso si sta ingrandendo. Secondo me è per via di quello che vediamo nella nostra società oggi. Però come ho detto primo non tutti e tutte sono così ci sono ancora quei ragazzi che se parli di bace arrossiscono e abbassano la voce per paura di farsi sentire dai genitori.

    Il libro non rispecchia la realtà…almeno non rispecchia la mia e quella dei miei amici (io non sono una figlia di papà e non ho vissuto tra rose e fiori…vengo da un posto molto povera dove non c’è giustizia, i miei genitori non mi hanno mai dato niente senza farmi “lavorare” e la mia famiglia è tutto tranne normale…)

    Per la persona che ha detto questa frase:”Se volevate un libro che rappresenti il mondo come volete voi andate a cercarvi le favolette da bambini, non un libro come Maya Fox.” : credimi se avessi saputo che era così brutto avrei scelto le “favolette da bambini”…peccato però che il libro diceva ”

    Scusate se ho scritto qualcosa che non ha senso e se il mio post è piena di errori grammaticali ma in questo momento ho molte idee in testa e mi è molto difficile metterli in ordine xD.

    P.s.: vedo che molti sono arrabbiati perchè c’è una persona che ha offeso i giovani descritti nel libro…umm forse sono furiosi perchè visto che si rispecchiano nei personaggi e come se fossero state offese anche loro?

  15. scusate mentre rileggevo mi sono accorta che non ho completato una frase xD
    Per la persona che ha detto questa frase:”Se volevate un libro che rappresenti il mondo come volete voi andate a cercarvi le favolette da bambini, non un libro come Maya Fox.” : credimi se avessi saputo che era così brutto avrei scelto le “favolette da bambini”…peccato però che il libro diceva dai 13 anni.

  16. ciao a tutti ho 14 anni,è giusto k inizi cn il dirvi k i libri mi piacciono molto…alcune hanno dtt k è xk noi adolescenti viviamo la stex vita di maya,almeno x me nn è csì.ho comprato il libro xk la copertina mi attraeva,ank xk sn molto affascinata dai maya,dp averlo letto sn rimasta un pò stupita xk era diverso dagli altri libri k avevo letto tipo piccole donne o anna frank ma ho scoperto nuove cose,nn so ben spiegare cs mi ha attratto di più ma secondo me la trama è coinvolgente,scusate se vd fuori argomento ma certo k è ank famoso il libro xk nn ci sn mica csì tnt commenti x altri libri eh!ihihih

  17. Come sospettavo, questo è il post più commentato di tutti. ^^

    Ichi-chan ha detto delle cose molto giuste, a mio parere, ma quella che mi ha convinta di più è questa:
    “vedo che molti sono arrabbiati perchè c’è una persona che ha offeso i giovani descritti nel libro…umm forse sono furiosi perchè visto che si rispecchiano nei personaggi e come se fossero state offese anche loro?”
    La maggior parte delle persone che hanno lasciato un commento qui si sono dichiarate simili ai personaggi di Maya Fox, e l’hanno quindi difesa. Questo parla da sé, e tu l’hai colto benissimo.

    @Black Angel:
    Il libro non è così famoso come sebra, semplicemente è più facile che chi ne cerca notizie in rete (di solito giovani) si fermi a rispondere qui perchè non ne parlo bene. Tutto qui.
    In ogni caso non so che tipo di libri tu abbia letto prima di Maya. E’ chiaro che Maya è diverso da “Piccole Donne” e “Anna Frank”, sotto così tanti punti di vista che elencarli tutti sarebbe impossibile. Per me nemmeno dovrebbe stare nella stessa frase di questi libri, anche se “Anna Frank” non mi è mai piaciuto.

    Comunque trovo indicativo che, come per Twilight, spesso chi l’ha letto non sappia dire ciò che l’ha colpito di più.

  18. A questo punto, un bel “Grazie mille” ironico e molto indignato ci starebbe bene. Essere rappresentata da personaggi del genere…..insomma non è che una ragazza come me, che ha più o meno la stessa dei protagonisti del libro, sia tanto lusinghiero. Posso assicurare a quelle che dicono che questo è il mondo, che gran parte delle ragazze che conosco, non si comportano affatto così. E le ragazze che si rispecchiano nei comportamenti del libro, beh……farebbero meglio a farsi un piccolo esamino comportamentale…o di coscienza. Ecco, ancora meglio a ricontrollare le loro priorità nella vita…..perchè non è che siano tanto normali i comportamenti descritti nel libro.-_-
    E finisco assicurando che non sono assolutamente una figlia di papà e che sono benissimo come funziona il mondo e che non voglio rompere l’anima a nessuno. I miei sono solo alcuni consigli 😛

  19. A questo punto, un bel “Grazie mille” ironico e molto indignato ci starebbe bene. Essere rappresentata da personaggi del genere…..insomma non è che una ragazza come me, che ha più o meno la stessa dei protagonisti del libro, sia tanto lusinghiero. Posso assicurare a quelle che dicono che questo è il mondo, che gran parte delle ragazze che conosco, non si comportano affatto così. E le ragazze che si rispecchiano nei comportamenti del libro, beh……farebbero meglio a farsi un piccolo esamino comportamentale…o di coscienza. Ecco, ancora meglio a ricontrollare le loro priorità nella vita…..perchè non è che siano tanto normali i comportamenti descritti nel libro.-_-
    E finisco assicurando che non sono assolutamente una figlia di papà e che sono benissimo come funziona il mondo e che non voglio rompere l’anima a nessuno. I miei sono solo alcuni consigli 😛

  20. Io ho letto il libro e, sinceramente, mi è piaciuto moltissimo. Mettiamo da parte questi discorsi e parliamo invece di altri contenuti, tra storie interessanti come quelle sulla civiltà Maya? Su cose riguardante la storia, si vanno a tirare gli argomenti “eccessivi”, che non trovo affatto eccessivi, confrontandoli con le cose che oggi si vedono in televisione. Maya, nel libro ha 18 anni, quindi con un po’ di buon senso, una ragazza di 13 anni che legge questo libro, dovrà capire perlomeno che avere 18 anni non è come avercene 13, non ci trovo niente di male. Io ne ho 13 di anni e allora? Non mi scandalizzo e di certo non intendo avere rapporti adesso.

  21. ciao! io ho 20,quasi 21. guarda se non sbaglio ho letto il primo che ne avevo 17,e mi è piaciuto abbastanza,ma io divoro pressochè tutti i fantasy. comunque ti posso dare ragione sul fatto di avere paura se le ragazzine a 13 anni siano già così. però scusate,ma questo è un libro e rispecchia abbastanza il “cervello”,si fa per dire,delle ragazzine di oggi. io penso che più che del libro dovremmo preoccuparci della società,della televisione veramente SCHIFOSA che propina Pornografia a tutto spiano,cadaveri al telegiornale (pure mentre stai mangiando!!!) e delle riviste e dei GENITORI: ormai non esistono quasi più i veri genitori. Ed io sostengo che se ci fossero dei validi genitori,potrebbero pure leggere tutti i libri poco intelligenti del mondo,ma con una educazione e soprattutto con del sale in zucca.
    e cosa più importante io non penso che le ragazzine si facciano condizionare da un personaggio che non esiste altrimenti si dovrebbero censurare anche i cartoni animati! credo che arrivati alle medie una persona abbia capito la differenza tra realtà e finzione. e per quanto riguarda le parolacce, già in quarta elementare cadrebbe anche il crocifisso per quelle che tirano giù appena gli adulti non ci sono! io preferisco le parolacce perchè tanto le dici e leggere libri con scritto “oh perbaccolina!” e “accipicchia!” mi fa ridere! tanto merda o altro lo dice chiunque ormai. l’altro giorno ho visto una suora inciampare su uno scalino,che se non la tenevo le partivano gl’incisivi,e ha tirato giù un bel “cazzo!” che l’hann sentita tutti! perciò mettetevi piuttosto a criticare i libri che danno da leggere a scuola scritti nel 1700 che uccidono la fantasia e la voglia di leggere dei ragazzi.
    intanto se un ragazzo/a è intelligente non si droga per esempio, solo leggendo un libro un po’ colorito!
    io leggendo maya fox e altri simili ho imparato solo che esisto persone davvero tristi che pensano davvero che avere figli rovini la linea o che pensano solo alla moda. non di certo che devo pensarla come loro!

  22. Il libro è decente. E’ Maya che… è una gran rottura. Beh, inizio col dire che la Brenna si è documentata sulla subcultura dark, il minimo indispensabile, certo(l’ errore My Chemical Romance=dark posso tralasciarlo), ma l’ha fatto. Bene, detto questo, Maya è essenzialmente una di quelle “ragazze popolari e fissate con la moda” che critica tanto, giusto un tantino meno superficiale, ma proprio pochissimo, come dimostra la faccenda dell’ aborto di Phoebe(che, grazie al cielo, è un genio anche lei)… queste NON sono ragazze reali. Non è una ragazza reale, quella che si esprime per sentimenti stereotipati e che sembra appena uscita da un film di Moccia. Ho comunque comprato i tre libri perché, a parte i monologhi di Maya, mi sono piaciuti. E a proposito, io l’ abito Anni ’50, nero, di Alice e Olivia (quando Maya si prepara per la festa di “quella cretina di Stacy”, come la chiama lei)l’ avrei preso… un po’ di pizzo nero ai bordi, accessori giusti, e voilà!Un vestito che non ti costringa a svaligiare qualsiasi bancarella su cui figuri il nome Hell Bunny per farti un guardaroba dark, mentre dici che i vestiti di marca sono da fighetta(alla faccia della coerenza)…

Lascia un commento